La collana di Zack

La collana, storia di un oggetto frequente nel “Giostraio”

Vivo nella mia città fantasma, costruita con pietre d’oro .Dalle fontane di cristallo scorrono diamanti che emanano una luce con i colori dell’arcobaleno. Ogni tanto sul mio cammino incontro fantocci d’anima tutti diversi tra di loro ma uguali al tempo stesso, hanno da raccontarmi la loro favola ovattata di stelle che brillano nell’infinito. Da bambino ho sempre sognato di fare il giostraio, salivo su di una giostra e non volevo più scendere, un giorno fregandomene di tutti ho seguito una carovana, siamo andati in giro , ho visto luoghi meravigliosi , sfavillanti, così come le luci delle giostre e anche gente felice , spensierata. L’ora del tramonto era per me un momento magico, infatti al calar del sole mi sedevo ai piedi della grande ruota panoramica e osservavo le giostre spente che aspettavano il buio per dominare la scena con i loro movimenti, tutto taceva nel silenzio dell’attesa! Riflettevo su me stesso e mi accorgevo che  aspettavo sempre un qualcosa di diverso, di nuovo, non saprei dirvi cosa..era come se stessi in attesa. Fu uno di quei momenti che un giorno trovai una collana , la indossai d’istinto e da quel momento si è posata sulla mia pelle come un tatuaggio indelebile. Un giorno sono ritornato nella mia casa , nella mia vita quotidiana e da quel momento ho semplicemente continuato a vivere. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *